Monthly Archives

2 Articles

Siti vetrina

Come scegliere l’asciugatrice ideale

Posted by Massimo Miceli on

Il ritmo frenetico della vita che conduciamo, insieme ad un generale calo dei prezzi delle asciugatrici, ha fatto si che questa sia diventata un elemento sempre più apprezzato e utilizzato nelle case degli italiani.

Perché comprare una asciugatrice?

Ci sono molte ragioni che possono incoraggiarci a decidere di acquistare una asciugatrice e unirla agli elettrodomestici che abbiamo già. Il più comune è il clima: nelle zone in cui piove molto spesso, appendere i vestiti sulla terrazza, la facciata o il bucato è una vera seccatura, se non impossibile.

Tipologie di asciugatrice, quante ne esistono?

Attualmente esistono diverse offerte elettrodomestici dedicate alle asciugatrici, come ad esempio quelle a condensazione, a evacuazione e a pompa di calore. Ognuna ha i suoi pro e contro, ed ovviamente bisogna vedere quali sono le proprie necessità per individuare il modello perfetto.

Le asciugatrici ad evacuazione sono le più semplici nel loro funzionamento: riscaldano l’aria attraverso una resistenza elettrica e la proiettano verso i vestiti per mezzo di una turbina di ventilazione, espellendola fuori da un tubo. Il principale vantaggio delle asciugatrici ad evacuazione è il loro prezzo, anche se consumano molta energia e hanno bisogno di molto spazio libero intorno.

Le asciugatrici a condensazione sono più complesse, poiché passano l’aria calda e umida attraverso un’unità di condensazione, nella quale poi l’aria si trasforma in acqua che va a finire in un secchio. Quelle a condensa costano di più, ma sono più efficienti e asciugano meglio. Le asciugatrici a pompa di calore sono più efficienti ma anche le più costose.

Fattori decisivi nella scelta

Oltre alla tipologia, ci sono altri fattori importanti nella scelta dell’asciugatrice. Ad esempio, l’efficienza energetica, di cui abbiamo già parlato a lungo. Il consiglio è per questo quello di optare per un modello che sia almeno classe A. Consumerà molto meno energia e acqua di una classe B, anche se più di una A ++. Se si utilizza l’asciugatrice solo in determinati momenti, e ciò che si sta cercando è il risparmio, è meglio acquistare una asciugatrice a evacuazione. Se si ha intenzione di farne un utilizzo settimanale, ad esempio per asciugare lenzuola e asciugamani, è possibile acquistarne una a condensa. E se si ha intenzione di usarla ogni giorno, e si è interessati a rispettare l’ambiente, l’essiccatore a pompa di calore è la soluzione migliore.

Uncategorized

Malattie e vacanze: gli italiani temono gli insetti dei Paesi tropicali

Posted by Massimo Miceli on
Malattie e vacanze: gli italiani temono gli insetti dei Paesi tropicali

Italiani popolo di sognatori, naviganti e viaggiatori? Si, a condizione che non ci siano insetti potenziali portatori di malattie. Sette nostri connazionali su 10, infatti, hanno paura degli insetti dei Paesi più esotici.

Disturbi sì, malattie no

Così, mentre con l’estate si sognano e si programmano viaggi vicini e lontani, gli italiani si rivelano pronti ad affrontare i disturbi più comuni e tipici delle vacanze d’oltremare – gastroenteriti e intossicazioni alimentari in primis – ma non lo sono altrettanto quando si parla della minaccia di insetti. Secondo un’indagine  condotta da Doxa per Rentokil, gruppo leader in servizi di disinfestazione, 7 italiani su 10 sono preoccupati di ‘incontri ravvicinati’ con insetti durante le vacanze: il 32% degli intervistati ha dichiarato un livello di preoccupazione molto alto, un dato che si somma al 38% che si dice abbastanza preoccupato. Un dato che forse non sorprende è che le donne sono maggiormente sensibili e ansiose su questo aspetto (72%), ma ciò che stupisce è che anche gli uomini non sono affatto immuni dall’angoscia ‘da insetto’: il 67% infatti teme di imbattersi in insetti dalla specie sconosciuta.

I più timorosi? I più “grandi”

Per quanto riguarda le fasce d’età, le categorie 18-24 anni e 25-34 anni mostrano preoccupazione, ma in linea con la media nazionale, mentre le fasce più mature 45-54 anni e 55-70 anni sono leggermente sopra la media – mostrando un livello di preoccupazione che raggiunge rispettivamente il 73% e il 74%. Al contrario, gli italiani tra i 35 e i 44 anni sono i meno preoccupati (61%) rispetto alle altre fasce d’età.

Paure giustificate o infondate?

Molto dipende dalle destinazioni scelte. I rischi associati alla possibilità di morsi o punture di insetti è sempre presente, in particolare da parte di specie che sono vettori di malattie anche gravi come nel caso di alcuni tipi di zanzare o cimici che possono causare patologie come la Febbre Gialla, la Febbre Dengue e la Malattia di Chagas, oltre al più noto Virus Zika. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, si stimano fra i 50 e i 100 milioni di infezioni all’anno per la sola Febbre Dengue; fra questi, la maggior parte dei casi riscontrati ha sofferto di lievi malori, mentre circa il 5% ha sviluppato una malattia grave con febbre improvvisa. Pertanto, prima di mettersi in viaggio è importante conoscere le caratteristiche del Paese ospitante e rivolgersi al proprio medico per le eventuali vaccinazioni da eseguire.